CANTABRIA INFINITA -La città, i parchi e l’Oceano- Prima parte –

viaggio in cantabria

Cabo Mayor

 

L’ufficio del turismo situato all’interno dell’aeroporto di Santander accoglie i visitatori  con un logo quanto mai azzeccato: “Cantabria infinita”. Questa regione della Spagna settentrionale,  sconosciuta alla maggior parte dei turisti italiani, racchiude un patrimonio vastissimo e composito fatto di scenari naturali, di tesori architettonici e di arte. Arte arcaica, risalente all’epoca più lontana della storia dell’uomo. In questa terra infatti si trova la più alta  concentrazione al mondo di pittografie rupestri. Vere opere d’arte senza tempo che regalano a chi ha la fortuna di poterle osservare emozioni davvero infinite. Inizia qui il nostro viaggio nel tempo in questi luoghi  affascinanti .

 

Santander : una città da scoprire

Il capoluogo della Cantabria è la città di Santander , collocata in un’insenatura ben protetta del golfo di Biscaglia, considerato uno dei più belli al mondo.  Eleganti viali a mare, intervallati da aree verdi,  conducono al cuore del centro urbano occupato da edifici imponenti e signorili in cui hanno sede le istituzioni più importanti oltre alla  famosa banca . Al MViaggio a Santanderuseo Archeologico, posto nel cuore delViaggio a Santander centro storico, sono raccolte importanti testimonianze del passato della regione dalla Preistoria fino al Medioevo passando per la dominazione romana . Il vasto e moderno spazio espositivo conserva reperti di grande valore in cui è possibile ripercorrere le tappe più importanti dell’evoluzione dell’uomo che nelle grotte sparse nel territorio circostante ha lasciato tracce  molto significative. Il tempo ha trasformato queste genti primitive in un popolo vivace– i Cantabri- e tenace allo stesso tempo tanto da essere riuscito ad opporre resistenza agli invasori romani per due secoli , come racconta lo stesso Cesare nel De Bello Gallico. La Estele di Zurita è uno dei reperti più particolari del Museo. Si tratta di una gigantesca stele discoidale in pietra del diametro di due metri legata alla venerazione del sole  o alla commemorazione dei defunti, divenuta una delle icone della Cantabria. Per avere una visuale completa sulle peculiarità della regione si deve visitare anche il Museo Marittimo del Cantabrico dedicato all’esplorazione del patrimonio sottomarino ed allo stretto legame tra la gente del posto ed il mare. Sembra proprio che Jules Verne, nello scrivere “Centomila leghe sotto i mari “e” Viaggio al centro della terra” abbia pensato alla Cantabria . Enormi scheletri di balena dominano la scena nella sala principale mentre un calamaro dalle eccezionali dimensioni ricorda quanto possa essere generoso questo mare e per averne la conferma basta sedersi in uno dei tanti ristoranti di pesce! Molto interessanti le sezioni del museo dedicate alla costruzione navale, alla storia della navigazione e della pesca e soprattutto i grandi acquari.

Viaggio a Santander

Palazzo delle Poste

Viaggio a Santander

Banco De Santander

Viaggio a Santander

Lungomare di Santander

Viaggio a Santander

Veduta di Santander dalla baia

Il mare è elemento essenziale della vita degli abitanti di Santander, città a vocazione  portuale e turistica al contempo. Il porto commerciale ed il porticciolo turistico sono attigui e perfettamente inseriti nel tessuto urbano orgogliosamente proteso sul suo golfo. Elementi diversi che convivono in perfetta armonia come si può piacevolmente constatare salendo su una delle imbarcazioni che portano i turisti in giro per la baia. La prospettiva privilegiata che si gode dall’Oceano permette di ammirare questa città in tutta la sua eleganza e di osservare da vicino la potenza delle maree, capace di sbalordire chi è abituato alle minime variazioni del Mediterraneo. Numerose spiagge dorate orlano la città fino all’ estremità della baia  dove i battelli turistici si fermano al cospetto delle possenti onde oceaniche. Osservare questi panorami con la calda luce del tramonto è un’esperienza fantastica !

 

Parco de la Magdalena, la Matalenas e Cabo Mayor, Parco delle dune di Liencres

 

Viaggio in Cantabria

Parco de la Magdalena

 

Tra le tante attrazioni che Santander offre ci sono anche aree naturali ampie e curatissime con stupefacenti affacci sul mare. Il Parco della Magdalena si trova arroccato sull’omonima penisola ed è uno spazio esteso su una superficie di venticinque ettari in cui una gran varietà di specie vegetali si alterna ad aree giochi per bambini, ad una grande vasca di acqua salata in cui nuotano simpatiche foche, a spazi espositivi in cui sono riprodotte le caravelle ed altre primitive imbarcazioni per culminare con il Palazzo reale , d’ispirazione inglese, nato come residenza estiva dei reali ed oggi sede di alcuni prestigiosi corsi dell’Università. E’ possibile visitare il parco a piedi oppure a bordo di un trenino turistico. Ogni prospettiva prescelta saprà appagare anche il visitatore più esigente ma tanta bellezza richiede di essere ammirata con la maggior calma possibile.

Merita una visita anche il Parco della Matalenas , di dimensioni inferiori, ma sempre arricchito da una vista impareggiabile. Anche in questo caso aree giochi si alternano a prati, aiuole fiorite e piante centenarie sostenute da tronchi giganti. Il parco è sovrastato da un faro ancora attivo situato sul promontorio di Cabo MaViaggio in Cantabriayor.
Le colline ricoperte di erba ed erica che si gettano a picco nel mare rimandano la mente agli scenari irlandesi. Un luogo dal fascino incredibile dove poter sostare ad ammirare l’infinito. A soli dodici chilometri da Santander si trova il Parco Naturale delle viaggio in CantabriaDune de Liencres , collocato alla foce del fiume Pas. Si tratta del sistema dunoso più esteso ed importante del litorale nord peninsulare, in cui il prezioso ecosistema ha dovuto adattarsi all’ambiente salino. Alte dune color oro dividono il tratto terminale del fiume- formato da ampie anse- dal mare . Anche in questo caso l’alternarsi delle maree contribuisce a modificare notevolmente l’ambiente, rendendolo ogni volta  unico . Il luogo è scelto dagli amanti degli sport per praticare equitazione, kitesurf e jogging ma anche una semplice passeggiata può rivelarsi un modo piacevole per scoprire le peculiarità del luogo respirando la corroborante brezza marina.

Viaggio in Cantabria

Dune di Liencres

 

Parque de la Naturaleza de Cabarceno

 

Viaggio in Cantabria

Parco Cabarceno

 

Un viaggio in questa regione non può assolutamente prescindere dalla visita del Parco della Natura di Cabarceno inserito all’interno dell’area protetta Pena Cabarga, distante all’incirca  diciassette chilometri dal centro città. In un ambiente naturale caratterizzato da fenomeni carsici impressionati vivono in condizioni di semilibertà milleduecento animali di moltissime specie, provenienti dai cinque continenti. Il percorso si sviluppa lungo venti chilometri all’interno  di una superficie di circa settecentocinquanta ettari ed è quindi necessario utilizzare l’auto per spostarsi tra le varie aree, avendo all’occorrenza la possibilità di parcheggiare in spazi attrezzati per avvicinarsi a piedi agli enormi ambienti in cui vivono le diverse specie. Un parco unico in Europa per la suaParco cabarceno-Viaggio in Cantabria vastità che garantisce agli animali condizioni di vita ottimali. Tra gli esemplari della fauna autoctona spicca l’orso, il più grande carnivoro della penisola iberica a grave rischio di estinzione, che vive in un nutrito branco a ridosso di una parete rocciosa. Mentre i piccoli si divertono a rincorrersi e a tuffarsi nelle pozzanghere, gli adulti  li osservano pigramente . Negli ampi recinti delle giraffe, dei leoni e dei rinoceronti si  respira la vastità della savana. Gli elefanti hanno a propria disposizione un ampio lago in cui possono fare ogni giorno tanti bagni rinfrescanti. Ad orari prestabiliti, che variano in base alla stagione, è possibile assistere allo spettacolo dei leoni marini e dei rapaci oppure visitare il rettilario.

“Cantabria infinita” è molto più che uno slogan accattivante,  e’ una promessa che attende il turista ansioso di scoprire luoghi straordinari e per nulla scontati.

Info Utili:

Dove mangiare:

All’interno del Mercato del Este  La Casa del Indiano

Per provare la paella de marisco   Varadero, Calle Universitad 1-Santander

Per piatti di pesce dalle proporzioni giganti Ristorante Marucho

Link Utili:

turismodecantabria.com

parquedecabarceno.com

museosdecantabria.es

santanderbahiatours.com

(Testi e foto di Serena Borghesi-riproduzione riservata Viaggi-nel-tempo.com)

Vedi anche……Cantabria Infinita – Le grotte preistoriche ed i singolari borghi e Quattro passi a Bilbao
[ayssocial_buttons id=”1″]

Share on Facebook0Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *