VIAGGIO IN FAMIGLIA A LANZAROTE

Lanzarote, una delle sette isole che compongono l’arcipelago delle Canarie, è una meta ideale per compiere un viaggio in famiglia in qualunque periodo dell’anno.  Grazie al suo clima costantemente mite, ai  numerosi servizi che è in grado di offrire e soprattutto alla sua natura esuberante e colorata è capace di  sorprendere ed emozionare i visitatori di ogni età. 

 

Lanzarote

Lanzarote in famiglia-Jardin de Cactus

Abbiamo deciso di organizzare il nostro primo viaggio a Lanzarote durante un inverno di qualche anno fa, desiderosi di fuggire dalla morsa del freddo ma al tempo stesso intenzionati a non spendere una follia . La nostra attenzione è da subito ricaduta sulle Canarie che potevano essere facilmente raggiunte anche con un volo low-cost e in un tempo ragionevolmente breve. Tra tutte le isole che compongono l’arcipelago delle Canarie ci siamo da subito focalizzati su quest’isola dall’aspetto apparentemente brullo ma che prometteva di avere tanto da offrire a chi viaggia in famiglia. La scelta si è rivelata davvero azzeccata tanto che l’anno dopo abbiamo replicato l’avventura con la stessa formula adottata in precedenza, regalandoci un viaggio “esotico” senza lo stress di possibili rischi sanitari  e con un budget assolutamente contenuto.

Lanzarote in famiglia : ammirare insieme tutti i colori dell’isola 

 

Lanzarote

Haria

L’arcipelago delle Canarie appartiene dal punto di vista amministrativo alla Spagna ma dal punto di vista climatico ed ambientale è davvero molto distante dal continente europeo. La sua collocazione lungo il percorso dell’Aliseo di nord est rende il clima piacevolmente mite senza arrivare agli eccessi del vicino Sahara le cui tempeste di sabbia trasportate dallo Scirocco riescono a giungere fino qui, alzando notevolmente la temperatura. La vicinanza all’Africa rende possibile compiere un viaggio a Lanzarote in ogni stagione, certi che anche quando in Europa la neve cade copiosa qui il clima è sempre davvero gradevole. 

Lanzarote

I colori delle rocce di Lanzarote

La prima cosa che si nota una volta scesi dall’aereo sono i colori della terra dell’isola che assumono diverse sfumature che vanno dal marrone al nero. L’origine chiaramente vulcanica salta quindi subito agli occhi ed è un dettaglio che non si perde mai di vista grazie alle meravigliose sfumature delle rocce presenti in ogni parte dell’isola. Altro dettaglio molto piacevole sono le costanti fioriture spontanee che in ogni periodo dell’anno animano giardini e persino i bordi stradali. Bouganville dai toni sgargianti crescono in abbondanza aggrappati ai muri delle case mentre ciuffi di stelle di natale si vedono spuntare  qua e là in mezzo alla campagna. A Lanzarote tutto sembra fatto su misura per stupire : le coltivazioni di vite che si concentrano nella zona di La Geria sono realizzate all’interno di buche profonde scavate nel mezzo della generosa terra lavica.

Lanzarote

La Geria

Ad Haria i toni del verde si trovano invece nelle bellissime palme, piantate come vuole la leggenda dagli abitanti del luogo scampati alle invasioni dei pirati. Sempre a nord sono le piante del drago a catturare l’attenzione con il loro tronco così singolare e la loro chioma inconfondibile. La temperatura costante favorisce anche la coltivazione delle aloe che vengono utilizzate per la produzione di cosmesi all’avanguardia. A Lanzarote non mancano nemmeno i toni del bianco rappresentati al meglio dalla sabbia delle spiagge dell’isola che da nord a sud regalano momenti indimenticabili agli amanti della vita balneare anche fuori stagione. E per gli appassionati dei toni del rosa ci sono i tramonti a completare la gamma dei colori, tutti rigorosamente donati da madre natura.

Lanzarote in famiglia : le attrazioni da non perdere

 

Lanzarote

Il panorama che si ammiara dal Mirador del Rio

 

Da nord a sud Lanzarote mette a disposizione di una famiglia in viaggio numerose opportunità, molto diversificate tra loro,  in parte legate alla generosità della terra ed in parte al genio di un artista che ha lasciato la sua impronta inconfondibile in numerose edifici del’isola: Cesàr Manrique. Pittore, scultore, architetto e creatore poliedrico decise di trasformare la sua terra natale in una sorta di tavolozza su cui imprimere il proprio segno senza snaturarla ma rispettando al massimo la sua essenza. Lanzarote senza Manrique non sarebbe la stessa cosa anche grazie all’impegno profuso da questa personalità talentuosa nella difesa dei valori ambientali. Uno scambio tra natura ed arte che è suggellato in luoghi dal fascino unico come il Jardin  de Cactus, ad esempio . A Guatiza, nella parte nord dell’isola, si trova questo luogo singolare in cui oltre millequattrocento specie di cactus provenienti da ogni parte del mondo si inseriscono in un contesto architettonico unico. Stessa sensazione di meraviglia si prova davanti al Jameos de Agua, sempre in posizione settentrionale, in cui un tunnel lavico, creatosi a seguito di un’eruzione, è stato trasformato in uno spazio multifunzionale in cui la mano umana e quella naturale si intersecano alla perfezione. Da non perdere la visita alla piscina sotterranea in cui vivono i gamberetti albini. Nella parte più a nord di Lanzarote, con lo sguardo proteso verso la Isla Graciosa si trova il Mirador del Rio, un belvedere mozzafiato perfettamente mimetizzato nella roccia lavica. La mano di Cesar Manrique si ravvisa anche nel Museo e monumento del Campesino, dedicato ai contadini dell’isola e nel ristorante El Diablo, ospitato all’interno del Parco del Timanfaya.

Lanzarote

Parco del Timanfaya

Passando alle creazioni della natura è proprio  questo luogo che caratterizza più di ogni altra cosa l’isola. Della sua origine vulcanica Lanzarote infatti ha un ricordo vivo ed attivo nel vulcano Timanfaya che continua a ribollire nel sottosuolo. Questo parco nazionale è stato riconosciuto nel 1993 Patrimonio della Biosfera e la sua visita rappresenta il momento culminante di ogni viaggio a Lanzarote. La vasta area su cui si estende è visitabile a bordo di pulmini che attraversano i  vari paesaggi plasmati dalle eruzioni che si sono succedute nei secoli. Alla base del parco poi alcune carovane di cammelli sono pronte ad accompagnare i turisti in divertenti passeggiate tra le dune sabbiose.  Ma la potenza e la singolarità  della natura si può ammirare in numerosi  altri angoli dell’isola davvero sensazionali.

Lanzarote

Carovane di cammelli nel parco Timanfaya

Nei pressi di El Golfo si trova un lago, collegato al mare da alcuni passaggi sotterranei, dalle stranissime sfumature di verde. Il colore è determinato dalla presenza di organismi vegetali che vivono al suo interno e contribuiscono a creare uno scenario a dir poco suggestivo. Non è difficile spostandosi da una parte all’altra dell’isola avere la sensazione di trovarsi catapultati in un altro pianeta, dominato da colori e conformazioni uniche. Più che un viaggio in famiglia si ha la sensazione di vivere una vera e propria avventura!

Lanzarote

Saline de Janubio

In questa zona dell’isola si trovano anche le saline de Janubio, realizzate all’interno di una laguna di origine vulcanica, che si possono ammirare dall’alto di un promontorio panoramico.  Per capire qualcosa di più sull’attività vulcanica e su come abbia influenzato la natura di Lanzarote è consigliato fare una sosta alla Cueva de Los Verdes, situata nella parte nord dell’isola. Entrando in questa grotta si riesce a capire cosa possa riuscire a realizzare la forza di un vulcano: si tratta infatti di un percorso sotterraneo creato dalla lava utilizzato poi in passato come rifugio contro gli attacchi dei pirati. Un vero viaggio al centro della terra! A Lanzarote tutto è strettamente legato ai vulcani ed a ciò che hanno lasciato sulla superficie terrestre, nella zona de La Geria, la zona vinicola dell’isola, grazie ai sedimenti vulcanici si produce ottimo vino. E’ d’obbligo una sosta-con degustazione !- ad una cantina della zona per poter apprezzare fino in fondo la particolarità del territorio.

Lanzarote

Haria

Per quanto riguarda l’architettura si rimane piacevolmente colpiti dalla cura con cui sono tenuti i piccoli villaggi, famosi per le costruzioni basse, colorate di bianco e sormontate da comignoli particolarissimi. Bellissimo passeggiare per i viottoli di Teguise, la domenica mattina in occasione del mercato settimanale, ammirare il romantico borgo di Haria oppure fare una passeggiata in riva al mare a Playa Blanca. Lanzarote ovviamente è famosa soprattutto per il suo mare e le sue fantastiche spiagge che da nord a sud si susseguono con caratteristiche sempre uniche. Se non tira troppo vento il bagno si può fare anche in pieno inverno perchè la temperatura del mare è sempre gradevole. Le spiagge che abbiamo apprezzato di più durante il nostro viaggio in famiglia sono state: Papagayo al sud e quella di Playa Blanca al sud, mentre al nord Caleton Blanco.

Lanzarote

Playa de Papagayo

 

Papagayo è una piccola spiaggia protetta da un ampio promontorio molto scenografico, la spiaggia di Playa Blanca è ampia, composta di sabbia dorata e dotata di ogni servizio mentre Caleton Blanco è selvaggia e caratterizzata da soffice sabbia candida che contrasta con i sassi neri di roccia lavica. Dal piccolo porticciolo di Orzola a nord è possibile poi prendere una piccola imbarcazione per raggiungere Isla Graciosa, lembo di terra emersa dall’Oceano facente parte dell’arcipelago di Chinijo. E’ un’esperienza che merita di essere fatta durante un viaggio in famiglia perchè è come fare un tuffo indietro nel tempo. Su quest’isola si trova solo  un piccolo villaggio,  qualche strada sterrata ed una serie si spiagge bellissime. C’è un pick-up che compie servizio taxi per i turisti, accompagnandoli alla scoperta del territorio. Noi ci siamo diretti alla Playa de las Conchas ed abbiamo trascorso una giornata indimenticabile di sole, mare e totale immersione in questo contesto naturale così selvaggio ed incontaminato.  La nostra vacanza balneare a Lanzarote nel cuore dell’inverso si è rivelata una vera e propria scoperta di un’isola unica con caratteristiche naturali strabilianti.  

 

Come organizzare un viaggio a in famiglia a  Lanzarote

 

Lanzarote

Viaggio in famiglia a Lanzarote in inverno

Per organizzare il nostro viaggio in famiglia a Lanzarote abbiamo fatto, come sempre, tutto in autonomia cercando di monitorare i voli  con un certo anticipo per aggiudicarci i prezzi migliori. Per prima cosa abbiamo cercato la  migliore combinazione possibile tra le tratte coperte dalle compagnie low cost, non essendo ancora operativo il volo diretto, ed abbiamo scelto di fare tappa intermedia a Madrid dove abbiamo pernottato una notte all’andata ed una al ritorno. Tutti e quattro i voli erano Easyjet. Per la scelta degli hotel madrileni abbiamo optato per soluzioni comode e soprattutto con servizio navetta incluso in modo da non dover spendere ulteriormente tempo e soldi per un taxi. A Lanzarote abbiamo scelto una struttura nel sud,a poca distanza da Playa Blanca.

 

Lanzarote

 

Ci siamo trovati benissimo e per la prima volta nella nostra vita abbiamo scelto la mezza pensione date le tariffe molto convenienti trovate su booking. Il Rubicon Palace è una struttura particolarmente adatta alle famiglie in quando è prevista animazione serale in un bellissimo teatro , colazione e cena  a buffet, piscine sia coperte che scoperte e tanti piccoli dettagli che ci hanno fatto sentire davvero coccolati . Abbiamo anche provato il Thalasso Center che sfrutta  i benefici dell’ acqua di mare  in percorsi e vasche e consente l’ingresso ai bambini dai quattro anni d’età.  Per girare l’isola è indispensabile noleggiare l’auto per muoversi in autonomia ed andare ad esplorare ogni angolo di questo microcosmo così particolare. 

Link utili

Ente del turismo di Lanzarote

(Testi e foto di Serena Borghesi- riproduzione riservata www.viaggi-nel-tempo.com)

Ti consiglio di leggere anche:

La lunga estate di Cipro

 

 

2 Comments:

  1. Ma ci sei venuta da poco?? Sei stata a due passi da casa mia. Mi fa sorridere vedere quando qualcun altro la racconta……. 🙂

    • Non, ormai sono passati un pò di anni ma ci è talmente piaciuta che abbiamo fatto due anni di fila un bellissimo viaggio invernale al caldo. Lanzarote ci è rimasta davvero nel cuore. Tu dove abiti ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *