LO ZAFFERANO DELL’OLTREPO’ PAVESE

Tutti conoscono l’Oltrepò pavese per le meravigliose coltivazioni di vite ma in pochi sanno che da alcuni anni questa terra è diventata rinomata anche per lo zafferano. Per scoprire tutti i segreti di questa spezia, alcuni giorni fa abbiamo fatto visita all’Azienda Agricola “La Robinia” che ha sede a Mornico Losana in provincia di Pavia.

Zafferano Oltrepò Pavese

Siamo rimasti colpiti dalla bellezza del contesto naturale in cui è inserito l’Oltrepò pavese, tanto decantato a giusta ragione. Nonostante la sua fama non ci era mai capitata l’occasione di visitare queste dolci colline quando finalmente in una soleggiata giornata autunnale ci siamo spinti al di là del corso del fiume Po per andare alla scoperta di una vera e propria chicca. Nella quiete della campagna pavese il Signor Cesare Malerba ha deciso di dare una svolta alla propria vita e di dedicarsi alla coltivazione dello zafferano con una passione infinita.

Zafferano

 

Dal suo amore per questa pianta rustica ed a fioritura veloce è nata la sua azienda che si è specializzata nella commercializzazione solo cinque anni fa. Negli ultimi anni si sente sempre più di frequente, in Italia, parlare  di coltivazioni di zafferano,  ma solo facendo visita ad una azienda specializzata nella sua produzione abbiamo potuto conoscere davvero a fondo le caratteristiche di questo fiore così bello. La sua storia arriva da molto lontano e più precisamente dall’Asia occidentale ma già in passato nel bacino mediterraneo se ne introdusse l’uso come parebbero dimostrare alcune pitture rupestri rinvenute in Calabria. La diffusione e l’utilizzo nella nostra penisola hanno conosciuto fasi alterne fino a che a partire dal 1400, ad opera di un monaco inquisitore, si stabilizzo’ la sua conoscenza.

Zafferano

 

Mentre in passato era utilizzato anche per tingere le stoffe, ai giorni d’oggi lo zafferano ha due impieghi principali: in ambito alimentare ed in quello farmacologico.  Dallo studio e dalla  conoscenza delle infinite proprietà di questa pianta, Cesare Malerba, titolare dell’azienda agricola “La Robinia” ha dato avvio alla sua attività, cercando di capire in primo luogo se i terreni di cui disponeva fossero adatti a questo tipo di coltivazione. Lo zafferano infatti non ama i ristagni e deve pertanto essere piantato in zone prive di umidità. Il tipo di coltivazione portato avanti presso “La Robinia” si basa su due principi fondamentali ispirati alla massima sostenibilità ed al massimo rispetto per la natura ed alla qualità del prodotto finale. In primo luogo non vengono utilizzati fitosanitari, erbicidi o selettivi e la coltivazione viene realizzata secondo i dettami dell’inerbimento totale, in secondo luogo la fase dell’essicazione viene condotta non in maniera meccanica ma naturale con una tecnica particolare che prevedere l’utilizzo delle braci di legna ma a fuoco spento.

Zafferano

Un progetto quello di Cesare basato su principi molto saldi che mirano a garantire nel tempo l’aroma, il sapore ed il profumo di un prodotto che deve arrivare al consumatore finale dotato di tutte le sue proprietà nutrizionali . Quali sono queste proprietà? Davvero infinite: lo zafferano è antitumorale, antiossidante, digestivo, afrodisiaco, carminativo, emmagogo, cicatrizzante, disinfettante, depurativo, antidolorifico e ricco di vitamine. Per capire davvero in cosa consiste questa singolare attività ci siamo recati nei campi attorno all’azienda agricola in cui sono in corso diverse attività di ristrutturazione volte a realizzare numerosi progetti. Abbiamo potuto ammirare la robinia centenaria che dà il nome all’azienda, le galline che starnazzano libere, la sorgente di acqua lievemente sulfurea che sgorga dalla terra e garantisce un’irrigazione costante anche nelle stagioni di estrema siccità come quella in corso e soprattutto, in questo mondo lontano dallo stress e dalla frenesia, abbiamo ammirato- e perfino assaggiato !!- questi  straordinari fiori viola dai pistilli rossi che per magia colorano i cibo di giallo

Zafferano

Se viaggiare ha un senso questo non può che essere approfondire la conoscenza di ciò che ci circonda ed entra sulle nostre tavole per avere la consapevolezza di ciò che vogliamo essere. Nell’anno della sostebilità, come è stato proclamato il 2017, visitare questa azienda ci ha fatto capire in che direzione è opportuno andare e soprattutto quali scelte siano doverose per il bene nostro e dell’ambiente che ci circonda. Con estrema passione e dedizione, Cesare ha saputo trasformare una sua intuizione in una concreta attività, gestita con cura nell’ottica della produzione familiare che non mira alla grande distribuzione ma alla creazione di un prodotto di nicchia. Valori profondi che abbiamo toccato con mano ed ammirato con i nostri occhi mentre la natura prepotente dell’Oltrepò pavese ci circondava con i suoi colori ed i suoi profumi.

Desideravo ammirare le fioriture di zafferano durante questo bellissimo autunno ed ho avuto il grande privilegio non solo di realizzare questo piccolo sogno ma di vivere insieme alla mia famiglia un’esperienza davvero molto particolare ed arricchente.

Info utili

L’azienda agricola “La Robinia “si trova nella strada Provinciale 46, n.21 a Losana-Mornico Losana. In qualità di partner di Slow Food e Campagna Amica, i prodotti sono reperibili oltre che nella sede dell’azienda nelle varie iniziative organizzate da queste due associazioni.

Link utili

Azienda Agricola “La Robinia”

(Testi e foto di Serena Borghesi-riproduzione riservata www.viaggi-nel-tempo.com)

Legate al periodo autunnale consiglio di leggere:

Itinerari Divini

Tempo di vendemmia alle Cinque Terre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *