TULIPANI IN BRIANZA: IL PROGETTO SHIRIN, AD ORNAGO

Tra poco sarà possibile ammirare i tulipani in Brianza.

Si tratta di un nuovo progetto che risponde al nome di  “Shirin” ed ha la sua base ad Ornago, presso la Cascina Rossino.

Aspettare la primavera in Lombardia quest’anno sarà ancora più bello, nell’attesa di poter vedere sbocciare i tulipani in Brianza.

 

tulipani in brianza

Campo di tulipani in Brianza

 

A chi ama le fioriture alla follia consiglio di leggere i miei articoli sui parchi più belli d’Europa, sulle rose dell’idroscalo e sull’Olanda.

 

 

Tulipani in Brianza: Shirin ad Ornago

 

shirin ad Ornago

Shirin è un nome persiano che narra di una storia d’amore legata alla nascita dei tulipani. Una leggenda senza tempo che porta con la mente a terre lontane. Lo stesso termine utilizzato per indicare questo fiore deriva dal turco “tullband”. I tulipani non  sono però  legati  solo all’oriente ma anche all’Olanda dove vengono prodotti in abbondanza.Si tratta dunque a tutti gli effetti fiori ricchi di fascino e dalla lunga passato.

A tutti coloro che amano i loro colori ed il loro profumo ma non vogliono fare tanta strada per ammirarli farà piacere sapere che la Lombardia sta diventando terra privilegiata per la loro coltivazione. Il nuovo progetto “Shirin” di Ornago ne è la dimostrazione. 

Elmina e Carolina, due sorelle brianzole, hanno da poco tempo messo in piedi un’idea davvero interessante. Il bisogno di craere per sè stesse e per gli altri qualcosa di bello, a contatto con la natura, le ha portate a trasformare il terreno di famiglia in un piano molto ambizioso.

 

 

tulipani ornago

 

La vocazione agricola familiare e la particolare posizione geografica  in cui vivono sono state complici della loro rapida decisione.

Ecco dunque che quell’appezzamento di terra racchiuso tra campi coltivati sta per subire una radicale trasformazione.

Trentacinquemila bulbi sono stati piantati tra novembre e dicembre e a primavera fioriranno in dieci tonalità corrispondenti a 10 diverse varietà.

Uno spettacolo per gli occhi e lo spirito, promettono le giovani imprenditrici.

 

 

Le fioriture e gli appuntamenti di Shirin

 

 

Da fine marzo per circa cinque settimane un’onda di fiori e profumi invaderà questo spicchio di Brianza. Sarà dunque l’occasione per tutti per trascorrere una giornata all’aria aperta, immersi nella natura. La fitta rete di piste ciclabili che collegano Ornago a Cavenago e Bellusco permetterà a chi abita in zona di raggiungere il campo con la propria bici. Per chi arriva da più lontano un comodo parcheggio per le auto sarà a disposizione in prossimità della cascina.

Passeggiate e  pedalate nella natura ma non solo. I tulipani di Shirin infatti possono anche essere colti e portati a casa. 

Si accederà al campo con un biglietto d’ingresso del costo di 4 euro. I bambini sotto i sei anni entreranno gratuitamente. Compresa nella stessa cifra due tulipani che potranno essere colti liberamente nel campo. Chi desidera cogliere più fiori lo potrà fare pagando 1 euro e mezzo in più a tulipano presso la cassa. Con l’acquisto del biglietto si ha diritto ad un ingresso omaggio per sè o da regalare ad amici e parenti.

 

 

 

 

Un grande capannonne agricolo posto nei pressi del campo è a disposizione per dare luogo ad eventi interessanti, adatti a grandi e piccini. Ci saranno corsi di pittura, di fotografia con lo smartphone, di flower design ed altre belle sorprese che sveleremo a breve.

La stagione di Shirin non si limiterà al periodo della fioritura dei tulipani ma andrà avanti per tutta la primavera con altri appuntamenti colorati e profumati.

Non resta che seguire le pagine Instagram e Facebook dell’azienda per essere sempre aggiornati su tutto.

(Testi di Serena Borghesi- foto concesse dalle proprietarie di Shirin-riproduzione riservata www.viaggi-nel-tempo.com)

2 commenti:

  1. La trovo un’idea deliziosa. Due anni fa ho visitato un campo di lavanda nei dintorni di Londra che faceva più o meno la stessa cosa: per una piccola cifra potevi passeggiare in questi enormi campi fioriti (ma non potevi cogliere i fiori a differenza del progetto Shirin). Ho scattato una marea di foto e mi sono divertita molto!

    • E’ sicuramente il modo migliore per unire alla riscoperta del territorio la possibilità di godere di belle passeggiate all’aria aperta. Se in più ci sono i colori ed i profumi dei fiori…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *