ANDERSEN FESTIVAL 2016

La Baia del silenzio

La Baia del silenzio

Solo da poche ore si sono spenti i riflettori su quello che da molti è considerato uno degli appuntamenti più attesi della primavera ligure: Andersen Festival per quattro intere giornate ha coinvolto migliaia di visitatori, impegnati in una staffetta di rappresentazioni, incontri, dibattiti.

Sestri Levante con i suoi meravigliosi scorci sul mare, le sue piazze, le sue antiche strutture si presta da sempre ad essere teatro a cielo aperto di questa manifestazione capace di attirare un pubblico sempre più numeroso che si sposta con trepidante attesa da una location all’altra per vedere, ascoltare, capire, alimentare le proprie passioni, che non a caso è stato il tema centrale dell’ edizione appena passata. Tra i sostenitori più fedeli ci siamo anche noi che da anni seguiamo quest’evento capace di coinvolgere ed entusiasmare tutti i membri della famiglia.

DSCN3458

Se Andersen Festival è giunto alla sua 19° edizione, per il Premio H.C. Andersen la Baia delle Favole -a cui si lega indissolubilmente – di stagioni ne sono passate ben quarantanove. Per il 2016, poi, oltre al sostegno del Comune e della Regione Liguria sia il Premio che il Festival hanno ottenuto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, importante riconoscimento conferito ogni anno solo ad alcuni eventi dalla precisa dimensione europea. Un’edizione importante quindi perché segna il superamento dei confini nazionali per approdare all’attenzione delle più alte cariche europee.

Il merito di tanto successo va senza dubbio attribuito alla ricchezza dei contenuti che, anno dopo anno , queste manifestazioni riescono a trasmettere ed alla capacità degli organizzatori di individuare una prospettiva sempre nuova ed originale . Altro punto di forza risiede nell’aver elaborato una formula secondo cui tutti gli eventi sono gratuiti ed adottato un’ottica trasversale, capace cioè di arrivare a tutti, anche ai più piccoli. Musica, teatro di strada, narrazioni, circo contemporaneo sono solo alcuni degli ingredienti di un appuntamento che non delude mai.

Il Premio Andersen è un concorso letterario d’importanza internazionale nell’ambito della letteratura per l’infanzia. Dal 1967 la commissione di lettura seleziona tra le migliaia di opere pervenute le fiabe inedite ritenute più pregevoli provenienti dalla penna sia di adulti che di ragazzi. Quest’anno “Oceano” di Maria Adelaide Faccenda, incentrata sull’ attualissimo tema delle migrazioni, si è rivelata la migliore.

Per quanto riguarda il Festival durante l’edizione appena terminata hanno animato le vie del borgo ligure artisti di strada di fama internazionale quali Andy Snatch, Les Sours Kif Kif, Fernando Pose, The Chipolatas; nel Convento dell’Annunziata hanno presentato i propri racconti ai più piccoli gli attori del Teatro del Piccione e del Teatro della Tosse e nella Baia del Silenzio, sopra un originalissimo palco-palafitta, hanno preso la parola Roberto Cingolani, Neri Marcorè, Gad Lerner, Umberto Galimberti, Cecilia Strada, Ambra Angiolini con Gnu Quartet . Per la sezione Realtà del Mondo, che quest’anno ha previsto un approfondimento sulla Tunisia, ha partecipato Moncef Ben Moussa, direttore del Museo del Bardo di Tunisi.

Un grande contenitore capace di lasciare, ad ogni nuova edizione, tutti a bocca aperta !

Link Utili: www.andersenpremio.it

www.andersenfestival.it

(Testi e foto di Serena Borghesi-riproduzione riservata viaggi-nel-tempo.com)

[ayssocial_buttons id=”1″]

Share on Facebook0Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *