IL CAMPANILE DEI SOSPIRI RIAPRE A MILANO

Il Campanile dei Sospiri annesso alla Basilica di San Celso è il più antico presente a Milano e, ancora oggi dopo oltre mille anni di storia, perfettamente funzionante. Grazie al gruppo MilanoCard, dal 24 marzo, cittadini e turisti avranno la possibilità di salire ad oltre trenta metri di altezza per ammirare la città da una prospettiva unica ed emozionate. Alcuni giorni fa abbiamo avuto il privilegio di vivere in anteprima questa esperienza e siamo stati molto felici di poter conoscere e vedere il capoluogo lombardo sotto una luce completamente nuova.

 

Il Campanile dei Sospiri di Milano

Il Campanile dei Sospiri di Milano

 

Il Campanile dei Sospiri di Milano: un po’ di storia

 

Il Campanile dei Sospiri svetta sopra la piccola chiesa dedicata a San Celso e  all’imponente edificio dedicato a Santa Maria dei Miracoli, in un angolo di Milano molto frequentato e conosciuto. La sensazione che si prova però  una volta varcato il cancello per avere accesso all’ampio cortile che accomuna le due strutture è di grande pace e raccoglimento, come se una cortina invisibile riuscisse ad isolare questo luogo dalla confusione del mondo esterno. La storia di questa parte della città si perde nella notte dei tempi ed è legata alle vicissitudini di due martiri cristiani, Nazzaro e Celso, le cui storie sono intrise di leggende.

 

Campanile dei sospiri a Milano

San Celso, sul far della sera

Di certo si sa che vissero negli stessi anni, subirono la medesima sorte e furono seppelliti insieme nel luogo in cui Sant’Ambrogio li ritrovò nel 396. In questo posto sacro nel corso dei secoli si susseguirono edificazioni e smantellamenti, imposti da situazioni contingenti, ma l’aurea di sacralità non è mai venuta a mancare. Intorno al mille, sulle fondamenta della vecchia San Celso,   furono edificati una basilica ed un monastero di cui oggi non rimane più nulla.  Qualche elemento appartenente al tempio romanico-lombardo è ancora oggi visibile come l’abside interna costruita in cotto e  l’altare composto dalla sovracassa di marmo che per secoli ha conservato le reliquie di San Celso, ora trasferite nell’adiacente santuario. La chiesa dedicata a Santa Maria dei Miracoli reca traccia nella sua storia di un fatto a dir poco prodigioso verificatosi nel 1485 durante la celebrazione della messa all’interno di una piccola chiesa che sorgeva al posto dell’attuale edificio e che aveva la funzione di proteggere l’effige della Madonna di S. Ambrogio. Si tramanda nei secoli il racconto di un ritratto di Maria che prende vita e si rivolge ai fedeli riuscendo a far cessare l’epidemia di peste e a memoria di questo favore divino venne innalzato un tempio tanto bello ed importante.

 

Campanile dei Sospiri Milano

Santa Maria

 

Per quanto riguarda il Campanile dei Sospiri è curioso sapere che deve il suo nome al fatto che le sposine milanesi, per tradizione, erano solite portare il proprio bouquet sotto questo alto edificio per propiziarsi un felice matrimonio ma i sospiri di cui reca memoria nel proprio nome sono anche quelli di Santi, combattenti e fedeli che nel corso dei secoli sono passati da questo particolare luogo. Per raggiungere la cima è necessario prendere un bel respiro ed affrontare centoventi scalini che permettono di compiere un vero e proprio viaggio nel tempo dentro ad una storia tutta meneghina. L’arrivo all’apice è davvero un premio gradito e più che meritato dopo lo sforzo compiuto e la magnifica visione sulla città lo è ancora di più. Lo spazio a disposizione è per lo più occupato da cinque grosse campane bronzee realizzate dalla ditta dei fratelli Bregozzi ai primi del Novecento ma facendo molta attenzione a muoversi tra queste voluminose protagoniste della scena si ha la possibilità di ammirare Milano da una prospettiva nuova e coinvolgente, con archi di mattone e colonne in pietra a far da cornice.     

 

Campanile dei Sospiri a Milano 

 

Il Campanile dei Sospiri di Milano:organizzare la visita

 

Dal 24 marzo grazie al Gruppo MilanoCard  la visita al Campanile dei Sospiri sarà possibile per tutti ogni fine settimana dalle 15 alle 20, con cadenza ogni mezz’ora. La salita, che va prenotata in anticipo , permetterà a gruppi di dieci persone alla volta di salire sulla cima con una guida specializzata che fornirà tutte le informazioni necessarie per vivere al meglio questa esperienza e conoscere i dettagli del luogo. Il costo della visita è di 10 euro ed i bambini fino a dieci anni entrano gratis.

 

Campanile dei Sospiri Milano

 

Lo stesso gruppo gestisce altri siti di particolare importanza per la storia cittadina quali la Cripta di San Sepolcro, Highline Galleria, l’Archivio Storico della Cà Granda ed il Sepolcreto dell’Annunciata a cui si va sommando questo angolo dal fascino intatto. Grazie all’impegno di MilanoCard cittadini e turisti hanno la possibilità di scoprire una Milano inedita, ricca di carisma e per nulla scontata. Una città piena di storia e di tesori che vanno ben oltre Piazza Duomo ed il Castello Sforzesco, una vera e propria capitale italiana della cultura che, anno dopo anno, diventa sempre più consapevole della propria vocazione turistica.  

 

Campanile dei Sospiri

 

 

Info utili

Campanile dei Sospiri, Corso Italia-Milano

campanile@milanocard.it

333-1704695

Link utili

MilanoCard ed il Campanile dei Sospiri

 

Ti consiglio di leggere anche:

Itinerario da brivido a Milano

Viaggio nella memoria al binario 21

(Testi e foto di Serena Borghesi- le foto del panorama sono state gentilmente concesse dall’ufficio stampa di MilanoCard  -riproduzione riservata www.viaggi-nel-tempo.com)

3 Comments:

  1. Molto interessante questa visita, spero di aver presto occasione di tornare a Milano per vederla… troppo carina lo storia delle sposine! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *