VISITARE LA GALLERIA RIZZI A SESTRI LEVANTE

Visitare la Galleria Rizzi a Sestri Levante è un’ottimo punto di partenza per scoprire la ricchezza cultura della cittadina ligure.

Tra le innumerevoli proposte di questo angolo bellissimo di Liguria, la Galleria Rizzi rappresenta una vera eccezionalità.

 

la galleria rizzi di sestri levante

La Galleria Rizzi di Sestri Levante

 

Dipinti, arredi, ceramiche ed oggetti d’arte sono l’immenso patrimonio raccolto in vita dall’avvocato Marcello Rizzi e dal padre, poi donato alla cittadinanza ed esposto in questa Galleria che reca traccia in ogni angolo del gusto e della  raffinatezza di famiglia.

Per sapere cosa non si può assolutamente perdere durante una visita a Sestri Levante con i bambini vi suggerisco di leggere il mio articolo dedicato a questo argomento.

 

La Galleria Rizzi: il palazzo e la collezione

 

galleria rizzi a sestri levante

 

Da ogni lato della Baia del Silenzio si nota  questo palazzo elegante in stile neoclassico. La posizione impareggiabile è il primo dettaglio su cui non si può fare a meno di soffermare il pensiero, mentre si cammina nella sua direzione lungo la spiaggia. Una volta varcata la soglia però si percepisce ancora di più l’eleganza di questa dimora fatta costruire dalla famiglia Rizzi nel 1926. Il gusto era senza’altro un requisito di tutti i membri di questo nucleo famigliare, tanto amante dell’antico e dell’arte intesa in senso ampio. Le origini dell’edificio sono legate al nome di Vittorio Rizzi, medico condotto di Sestri Levante. Alla sua morte il patrimonio di famiglia passò ai figli, Ferdinando e Marcello che proseguirono la strada del collezionismo intrapresa dal padre.

 

galleria rizzi a sestri levante

 

Una raccolta straordinaria passata di generazione in generazione, che meritava di avere il giusto risalto.

Affinchè il grande patrimonio di famiglia non andasse perduto infatti, l’avvocato Marcello Rizzi dispose che alla sua morte fosse istituita una Fondazione che si occupasse di realizzare la Galleria. Il Ministero della Pubblica Istruzione fu incaricato di vigilare su questa delicata fase. Un nobile gesto che ha permesso alla cittadinanza prima ed ai turisti poi di poter ammirare tutte insieme tante opere d’arte di generi diversissimi tra loro. L’apertura della Galleria è datata 1967 ma la disposizione attuale della casa-museo risale agli anni ’90 del secolo scorso. La voglia di migliorare sempre l’offerta ha portato negli anni appena trascorsi all’apertura di nuovi spazi, in un’ottica di arricchimento continuo.

 

galleria rizzi a sestri levante

 

Spostandosi all’interno dei vari ambienti, tra opere d’arte d’immenso valore, sembra che il tempo si sia fermato tra i dettagli dell’arredamento di un tempo. Ed ancora lo sguardo, passo dopo passo, va ad indugiare sugli splendidi affacci che sono il valore aggiunto di questo edificio pregiatissimo.

 

panorama della galleria rizzi a sestri levante

 

Cosa vedere nei tre piani della Galleria Rizzi a Sestri Levante

 

galleria rizzi a sestri levante

 

La Galleria Rizzi di Sestri Levante è quindi una casa trasformata in un museo. Sotto lo stesso tetto convivono più anime che si alterano in una continua scoperta per il visitatore. Tre i piani in cui si articola l’esposizione a cui si vanno ad aggiungere alcuni spazi organizzati per accogliere laboratori ed eventi culturali, i depositi ed il giardino. La collezione che si può ammirare è davvero ampia e comprende diverse forme d’arte.

 

galleria rizzi a sestri levante

 

S’ inizia con i ricchi arredi databili XVIII e XIX secolo del primo piano a cui si uniscono dipinti e secretaires di manifatture italiana e fiorentina. Molto interessante la collezione di ceramiche provenienti da diverse parti d’Italia e dall’Olanda. Al secondo piano si trova la raccolta più pregiata dei dipinti dell’ intera collezione. Un’esposizione di carattere cronologico che partendo dal ‘400 arriva al tardo Seicento. Tantissime le opere che impongono una sosta prolungata tra cui una Pietà fiamminga, la Cucinieria di Vincenzo Campi e la Sacra Famiglia di Bartolmeo Schedoni.

 

galleria rizzi a sestri levante

 

Al terzo piano si trovano le stanze del collezionista dal Seicento al Settecento con una emozionante alternanza di consolle, cassettoni “Maggiolini” e dipinti.

Le collezioni si alterano alle stanze di famiglia, allestite con il mobilio e gli accessori dei Rizzi. La sala da pranzo, la biblioteca, la cucina e la sala dei tappeti raccontano la  loro elegante vita quotidiana, riprodotte  come una foto capace di fissare attimi senza fine.

 

la galleria rizzi a sestri levante

 

 

La Galleria Rizzi per i bambini

 

la galleria rizzi a sestri levante

 

La peculiarità di una casa museo è proprio data dalla fusione di opere d’arte ad elementi della vita di tutti i giorni, seppur di pregio. Per permettere ai bambini di capire ancora meglio il valore ed il significato di quanto conservato all’interno di queste sale la Galleria Rizzi offre delle proposte davvero interessanti. Cosa può esserci di meglio di calarsi nei panni dell’artista, di riprodurre in costume le scene di un’opera d’arte, di incontrare personaggi in carne ed ossa provenienti direttamente dal passato?! Didattica rivolta alle scuole ma anche pensata per le famiglie del posto o in visita a Sestri Levante. Dei veri e propri “quadri viventi” che aiutano i più piccoli ad avvicinarsi all’arte in maniera divertente.

Informazioni pratiche sulla visita alla Galleria Rizzi

 

 

galleria rizzi a sestri levante

 

La Galleria Rizzi si trova in Via dei Cappuccini 8, a Sestri Levante. E’ possibile prenotare una visita guidata contattando la segreteria (info@galleriarizzi.com). Durante l’estate alle aperture diurne si assaciano interessanti visite serali.

La più grande collezione di opere d’arte compresa tra Genova e La Spezia, la straordinaria posizione panoramica dell’edificio e l’interessante offerta didattica impongono una sosta in questo angolo di Sestri Levante.

(Testi e foto di Serena Borghesi-riproduzione riservata www.viaggi-nel-tempo.com)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *