EUROFLORA 2018: INFORMAZIONI PRATICHE

Euroflora 2018 è un appuntamento imperdibile per gli amanti dei fiori e della natura. Questa manifestazione si è svolta da sempre all’interno dei padiglioni della Fiera di Genova ma per la sua undicesima edizione cambia veste e soprattutto sede ed approda ai Parchi di Nervi dal 21 aprile fino al 6 maggio. Una scelta appropriata che mira senza dubbio ad attirare l’attenzione su un luogo tanto importante per la città quanto bisognoso di un restuaro che riesca davvero ad esaltare il potenziale di un polmone verde di grande pregio su cui insistono edifici altrettanto prestigiosi e ricchi di storia. Ho avuto la fortuna di vedere questa manifestazione in anteprima e ne sono rimasta davvero piacevolmente colpita sia per gli allestimenti che per il modo in cui è stata concepita.

 

Euroflora

 

Euroflora 2018: informazioni pratiche per organizzare la visita

 

Euroflora

 

Per evitare un afflusso eccessivo e permettere ai visitatori di vivere una gradevole esperienza, godendo delle meraviglie di Euroflora nel migliore dei modi, è stato deciso di fissare una quota massima di biglietti disponibili per ogni singolo giorno. Ventimila unità è la soglia sopra la quale non è possibile andare quindi è consigliabile comprare i biglietti in anticipo on line sul sito di Euroflora e nei punti vendita Best Union Vivaticket. L’acquisto in prevendita è la scelta migliore per pianificare  la visita con la dovuta tranquillità. I biglietti sono in vendita anche presso le biglietterie della Fiera di Genova, in Piazzale Kennedy dal 21 aprile al 6 maggio dalle 8 alle 18, nello IAT del Porto Antico tutti i giorni fino al 6 maggio dalle 9 alle 18. Il biglietto intero ha un costo di 23 euro ed include anche l’utilizzo delle navette (da Piazzale Kennedy per Genova Brignole e dal parcheggio dei bus turistici in Corso Europa a Nervi, sia andata che ritorno) ed il treno nella tratta Genova Voltri-Genova Nervi.

Euroflora

 

I bambini fino ad 8 anni hanno l’ingresso gratuito e tra i 9 ed i 16 ridotto a 16 euro. Per raggiungere i Parchi di Nervi è necessario utilizzare i mezzi pubblici: treno, bus, taxi . Il servizio ferroviario  da e per Nervi e quello degli autobus di linea sono intensificati nelle date e negli orari della manifestazione. I tassisti genovesi propongono tariffe fisse per raggiungere Nervi consultabili sul sito di riferimento. Questo servizio è consigliato a persone con disabilità o difficoltà motorie in quanto i taxi hanno il permesso di arrivare proprio in prossimità dell’ingresso. Per chi preferisce arrivare in battello, il Consorzio Golfo Paradiso effettua due partenze giornaliere dal Porto Antico al porticciolo di Nervi, alle 10 ed alle 14, con ritorno alle 18. Si può anche scegliere di arrivare in elicottero presso l’elisuperficie di Pala Quinto con il servizio offerto da Novaris. Il percorso interno è studiato per essere accessibile da tutti, dall’ingresso di Via Oberdan per chi ha problemi di mobilità vengono noleggiate gratutamente scooter elettrici e carrozzine manuali. E’ possibile prenotare quanto necessario scrivendo una mail a turismopertutti@lacruna.com.

Euflora è aperta tutti i giorni dal 21 aprile al 6 maggio dalle 9,00 alle 18,30. Con il biglietto di ingresso ad Euroflora è possibile accedere alle ville facenti parte della superficie in cui sono ospitate la Galleria d’Arte Moderna, la Wolfsoniana e le raccolte Frugone le cui collezioni si arricchiscono di allestimenti e richiami al momdo floreale.

Gli ingressi della manifstazione sono due: il principale in Via Eros da Ros ed uno secondario in Via Capolungo. Undici sono i varchi di uscita e due (Via Ros e nella passeggiata in prossimità dei Bagni Scogliera) quelli che consentono di rientrare nell’area se muniti di braccialetto apposito da ritirare presso gli info point.

All’interno dei parchi di Nervi sono allestiti 5 info point per coloro che necessitano di avere informazioni di varia natura e 16 aree ristorante.

Le visite guidate della duarata di un’ora e trenta hanno un costo extra di dieci euro a persona (8,50 ridotto per i gruppi) partono dall’ingresso principale alle 10, 30-12,30- 14,30-16,30 e vengono effettuate in italiano, inglese e francese.

Tanti eventi di varia natura si sussuguono durante la manifestazione all’interno dei parchi di Nervi, per unire il mondo dei fiori a tante altre sfumature della cultura.

 

Euroflora

 

Euroflora 2018: informazioni pratiche per vivere la visita al meglio

 

Euroflora

 

La superficie di Parchi di Nervi è davvero enorme in quanto si tratta di circa novanta mila metri quadrati su cui, in occasione di Euroflora, è stato studiato un percorso, adatto a tutti, di cinque chilometri. Normalmente il prato è accessibile nella sua interezza nel senso che è calpestabile ed è consentito ai bambini giocare a palla. In occasione dell’esposizione invece bisognerà seguire un tracciato specifico per non recare danno alla natura ed alle opere rappresentate. Ci sono poi delle installazioni che permettono di accedere agli spazi interni perchè appositamente studiate per una fruizione completa. Bisogna infatti sempre tenere a mente che si tratta di una parco secolare soggetto a precisi vincoli di cui hanno dovuto tenere conto i duecentociquanta professionisti del settore nella realizzazione dei propri capolavori. Florovivaisti, paesaggisti, maestri fioristi e decoratori floreali sono stati infatti impegnati nella composizione di un grande spettacolo di floreale in cui sono stati impiegati un numero impressionante di piante e  maestranze.

Euroflora

 

Il colpo d’occhio è fantastico perchè all’ombra delle piante secolari, di cui cinque di interesse monumentale, si inseriscono delle composizione originali che creano macchie di colore nel verde simili a vere e proprie pennellate d’autore. Euroflora è una manifestazione nata nel 1966 proprio per promuovere e celebrare il settore florovivaistico italiano ed ancora oggi riesce al meglio nel suo intento. Le opere esposte partecipano inoltre ad un vero e proprio concorso suddiviso in specifiche categorie che premia i migliori esponenti.

Euroflora

Red Wave

Euroflora

Lago delle Ninfee

 

Sono coinvolti espositori italiani in qualità di produttori, floricoltori o florovivaisti che intervengono a titolo individuale o in rappresentanza di Camere di Commercio, Regioni o Paesi stranieri con cui si creano rapporti di reciproco scambio. Ad esempio appena varcata la soglia si resta da subito ammaliati da una spirale di fiori bianchi ed azzurri realizzati dalla Cina, ospite d’onore di questa edizione. Segue il quadro della Regione Liguria che racconta, attraverso fiori e composizioni, le eccellenze del territorio. La manifestazione di questo anno è dedicata alla celebrazione dei quattro elementi naturali a cui è dedicata la parte centrale dei parchi. Fuoco, Acqua, Terra ed Aria sono presentati in quadri specifici volti a celebrare la forza della natura. “Red Wave” è una composizione realizzata con 14.000 margherite rosse disposte a formare vere e proprie lingue di fuoco, il “Lago delle ninfee” è uno spazio formato da riflessi  e vapori  dedicato alla rappresentazione dell’elemento acqua, “Germinazioni”è una sequenza di quinte vegetali e simpatici peperoncini rossi realizzati in resina e bronzo che idealizzano la terra ed infine l’aria è espressa nel “Labirinto” da fluttuanti papaveri giganti al di sotto dei quali è possibile camminare come insetti in un prato. Attorno a questo motivo conduttore si trovano infiniti allestimenti di privati, stati o regioni che evidenziano l’immensa bravura dei partecipanti.

Euroflora

Labirinto

Euroflora

Germinazioni

 

 

Euroflora 2018: informazioni pratiche sui Parchi di Nervi

 

Euroflora

 

I Parchi di Nervi ospitano per la prima volta nella storia  Euroflora e si prestano con la loro cornice verde ad accogliere nel migliore dei modi una manifestazione tutta dedicata a celebrare la grandiosità dei fiori e di chi ogni giorno sa esaltarli nel migliore dei modi.  Non uno ma più parchi compongono questo complesso botanico, un tempo suddiviso in più aree verdi di pertinenza di cinque ville private (Gropallo, Saluzzo Serra, Grimaldi Fassio e Luxoro) ed oggi di proprietà del Comune di Genova. Un polmone verde formato da specie arboree tipiche del Mediterraneo ma non solo in quanto il clima favorevole ha permesso anche lo sviluppo di varietà esotiche e tropicali. Tanti gli angoli della superficie da cartolina, esaltati al massimo dalle installazioni della manifestazione.

 

Euroflora

 

Alle volte, mentre si passeggia, lo sgaurdo si lascia catturare dagli esemplari maestosi di palma che svettano ad altezze davvero considerevoli. Tra le oltre cento specie botaniche si distinguono cinque alberi di interesse monumentale ed un roseto davvero molto romantico. I Parchi di Nervi rappresentano un vero vanto per la città per ciò che ospitano ma anche per la storia che racchiudono e sono la scelta giusta per abbracciare una manifestazione così legata al tessuto cittadino. Euroflora non si conclude però all’interno dei confini di Nervi ma si estende a tutto il tessuto cittadino in cui si susseguono eventi e manifestazioni durante tutta la durata delle floralie. Un’evento a cui non si può mancare.

Ed ora non vi resta che buttarvi in questo modo di fiori e profumi !

Euroflora

 

(Testi e foto di Serena Borghesi-riproduzione riservata www.viaggi-nel-tempo.com)

Ti consiglio di leggere anche:

Il meglio da vedere intorno al lago di Costanza

I parchi fioriti più belli d’Europa

 

2 Comments:

  1. Fantastico! Un sacco di informazioni utili, soprattutto l’ingresso secondario (che sul sito istituzionale non avevo trovato), bellissimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *