VELI LOSINJ: COSA FARE E VEDERE

Veli Losinj era un tempo il centro più popoloso dell’isola di Lussino, in Croazia. Il suo nome allude proprio al suo glorioso passato quando il principale porto aveva sede qui.

 

cosa fare e cosa vedere a Veli Losinj

Cosa fare e cosa vedere a Veli Losinj

 

Veli Losinj significa infatti Lussingrande, e questa definizione rimada con la mente ai tempi antichi di cui i suoi ricchi palazzi sono viva testimonianza.

Oggi il centro principale dell’isola è Mali Losinj a cui ho dedicato uno specifico articolo ma il fascino di Veli Losinj è ancora intatto e tutto da scoprire.

 

Veli Losinj: come arrivare e dove parcheggiare

 

la strada costiera da mali a veli losinj

 

Una piacevole strada costiera congiunge rapidamente Mali e Veli Losinj. Si tratta della strada che da Sveti Martin passa per la baia di Valderche. In auto ci s’impiega davvero pochissimo ma i più sportivi possono optare per una seconda soluzione meno rapida ma sicuramente più panoramica. Di fianco alla strada per le auto ma direttamente a picco sul mare si trova una bella pista adatta ai pedoni ed alle bici. In alcune parti è ombreggiata dai pini, in altre sembra quasi sfiorare il mare. Una vera meraviglia. Il centro di Veli Losinj è interdetto alle auto e quindi per chi arriva motorizzato l’ultimo punto in cui poter accedere è la zona del parcheggio a pagamento. E’ abbastanza grande ma forse in alta stagione non abbastanza. Da qui proprio con pochi passi si arriva nel cuore del borgo.

 

veli losinj: le cose da vedere

 

Alla scoperta di Veli Losinj

 

i bei palazzi del porticciolo di veli losinj e il porticciolo rovenska

 

Lussingrande s’inizia a conoscere imboccando una stradina ricoperta di pietre color crema, rese lucide dal continuo calpestio. Tanti bei palazzi s’incontrano alla destra ed alla sinistra della via ma quando s’arriva in prossimità del mare inizia il vero spettacolo. Oggi gli abitanti non arrivano neppure alle mille unità ma intorno al XV la sua fama era davvero grande. Importante porto, rinomato centro di pesca fu fortificato dai Veneziani per essere protetto dagli attacchi dei pirati ed abbellito da numerosi edifici religiosi ancora oggi visibili. La ricchezza che circolava era utilizzata per realizzare dimore sontuose, oggi per lo più trasformate in alberghi. Si possono notare ancora oggi i curati giardini protetti dalle cancellate decorate in ferro battuto.  La particolarità dei suoi edifici s’ inserisce in un contesto naturale d’eccezione composto da due piccole baie e da un vegetazione talmente profumata da aver fatto meritare a questa località la fama di centro per l’aromaterapia naturale. Molte di queste piante vennero portate dai naviganti di ritorno dai loro viaggi.

 

veli losinj: la baia in cui è inserita

 

Veli Losinj: visitare il porticciolo Rovenska

 

le chiese di veli losinj

 

Il cuore pulsante di Veli Losinj è il suo porticciolo. Un tempo centro di tutti i suoi traffici è oggi un angolo pittoresco tutto da fotografare. Le case tinte in toni pastello che si specchiano nel mare, i localini alla moda, i negozi di souvenir: impossibile non provare il desiderio di indugiare il più a lungo possibile immersi in questa atmosfera. La sua particolare posizione favorita dalla natura ma anche dalla costruzione di una diga strategica lo rese e lo rende ancora oggi ben protetto.

 

cosa fare a vedere a veli losinj

 

La prima pietra di questa opera fu posata nel 1865 dall’arciduca Massimiliano d ‘Asburgo, fratello minore dell’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe. Dopo aver passato in rassegna tutti gli edifici ed i piccoli vicoli si può proseguire la passeggiata fino al promontorio da cui si gode una bellissima vista. Alla sua base si trova la chiesa parrocchiale di sant’Antonio Abate in stile barocco. All’apice del percorso si trova una chiesetta deliziosa in cui sostare per ammirare il panorama. 

 

cosa fare e cosa vedere a Veli Losinj: punto panoramico

 

Salire sulla torre veneziana di Veli Losinj

 

la torre veneziana di veli losinj

 

Durante una visita a Veli Losinj non si può mancare di visitare la torre veneziana del XV secolo. Si trova nel cuore del paese ed oggi ospita una delle tre sedi del Museo di Lussino. Nelle sue sale circolari si presenta l’importante storia marittima dell’isola attraverso reperti molto interessanti. Dalla cima, tra merlate e fessure, si gode di una vista spettacolare su tutto il borgo ed il suo porticciolo. E’ senza dubbio una tappa da tenere in considerazione per comprendere meglio la storia di tutta l’isola ed è adatta a grandi e piccini. 

 

panorama dalla torre veneziana di veli losinj

 

Veli Losinj ed i delfini

 

i delfii di lussino

 

Uno degli aspetti più interessanti di un viaggio a Lussino sono i delfini. Da anni  infatti questo arcipelago è stato scelto come abitazione da una nutrita colonia di circa duecento esemplari. Non è difficile imbattersi casualmente in un fortunato incontro  con queste graziose creature ma con una gita organizzata si ha la certezza di poterli vedere davvero bene.

 

vedere i delfini a veli losinj

 

Il Dolphin Watching Tour è un’ escursione di circa tre ore effettuata al largo di Veli Losinj finalizzata all’avvistamento dei delfini. Si parte dal porticciolo a bordo di comodi gommoni e si cerca di scoprire abitudini e stili di vita di questi animali. L’uscita vera e propria viene anticipata da una fase di preparazione che si svolge presso Blue World, l’istituto di ricerca e conservazione marina che ha sede nel paese.

 

dolphin watchin a veli losinj

 

Questo organismo si occupa dello studio  e della  protezione del mare e dei suoi abitanti ed istruire i visitatori è il primo aspetto su cui lavorano. L’escursione che deve essere prenotata in anticipo  ha inizio dopo un’adeguato approfondimento ed è davvero molto coinvolgente. I delfini non sempre si fanno trovare, com’è giusto che sia. Ma con un pò di pazienza e tanta perizia degli skipper è difficile restare insoddisfatti. 

 

i delfini di lussino

 

Sono tanti i motivi per cui visitare Veli Losinj dall’alba, momento migliore per avvistare i delfini, fino al tramonto. 

(Testi e foto di Serena Borghesi-riproduzione riservata www.viaggi-nel-tempo.com)

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *